Aldo Capitini
a cui Ť dedicato il Co.C.I.Pa.

E' un comitato cittadino libero, apartitico e aconfessionale, nato a Firenze il 9 settembre 1993, ed è aperto senza pregiudiziali ideologiche o politiche a singoli cittadini e gruppi sociali che operano nel mondo del volontariato, del privato, nelle pubbliche istituzioni o come liberi professionisti, ad esclusione dei gruppi partitici. Persegue i seguenti fini:

1) Vigilare e controllare con spirito civile il modo di governare la città e l'attuazione della trasparenza amministrativa.

2) Organizzare conferenze cittadine periodiche, dibattiti politici e tutto quanto può essere utile per la partecipazione democratica dei cittadini alla vita della città

3) Curare l'informazione civica tra i vari gruppi operanti, promuovere le istanze di base emergenti tra i cittadini e farsene portavoce presso gli organi competenti.

Il CO.C.I.PA è formato da un Segretario e da una Assemblea.

Il segretario ha compiti esclusivamente organizzativi e di raccordo tra i partecipanti. E' composto da un coordinatore e da un responsabile per ogni settore operativo. Il coordinatore svolge il compito di moderatore negli incontri assembleari e redige l'ordine del giorno in base alle richieste che di volta in volta l'assemblea propone. Il responsabile di un settore operativo coordina e promuove le iniziative, le proposte e i documenti da sottoporre all'assemblea. Gli operatori del segretario si impegnano a non candidarsi nelle liste elettorali durante il periodo in cui prestano tale servizio. Dal segretariato sono esclusi, per ovvi motivi, i politici. L'assemblea è l'organo decisionale del Cocipa. E' aperta a tutti i cittadini. Gli incontri assembleari sono vincolati esclusivamente dall'ordine del giorno che di volta in volta, viene preventivamente stabilito dall'assemblea. I cittadini militanti nei partiti e i rappresentanti politici, possono partecipare soltanto a titolo personale e in quanto singoli cittadini. Gli stessi sono esclusi dalle assemblee quando sono chiamati in causa come interlocutori o rappresentanti di partito. La partecipazione dei politici nella qualità di singoli cittadini è ritenuta valida nella convinzione che un dialogo sereno e costruttivo fra tutti i cittadini, senza le rigidità dovute agli schieramenti ideologici e alle barriere confessionali, può favorire la crescita sociale, civile e politica delle persone oneste impegnate nella vita della città.

Il CO.C.I.PA si riunisce tre volte al mese, ma ogni giorno è al servizio del cittadino e della città

PAOLO COCCHERI nel 1993, ispirandosi a quello già esistente a Palermo fonda a Firenze il CO.C.I.PA,comitato cittadino di informazione e partecipazione; comitato libero, indipendente, apartitico e aconfessionale impegnato a far emergere la "DEMOCRAZIA DAL BASSO", ispirandosi all'insegnamento di Aldo Capitini


Paolo Coccheri
P&C 2011 by PAOLO COCCHERI